ATLETICO RACALE – Corallo e il rammarico del derby d’andata: “Proveremo a riscattare quella sconfitta contro il Tricase”

L'allenatore dell'Atletico parla del successo contro il Massafra, del derby di domani contro il quotato Tricase, del mercato invernale della sua squadra e delle prospettive di classifica

corallo-alessandro-atletico-racale

Foto: Alessandro Corallo

Fonte: Nuovo Quotidiano di Puglia |

Prima il Tricase, domani pomeriggio, poi il Copertino, domenica 21. Per l’Atletico Racale il calendario prevede due insidiosi derby consecutivi in trasferta nelle due prossime giornate di campionato. Portati a casa tre punti pesanti in chiave playoff con la vittoria in extremis sul Massafra di domenica scorsa, la truppa allenata da mister Alessandro Corallo sta ultimando la preparazione del derby contro la squadra di mister Rocco Errico. E c’è ancora tanto rammarico in casa Racale per come andò a finire il derby dell’andata che vide come assoluto protagonista Maurizio Ruberto, autore di una tripletta, che, però, non bastò a regalare alla sua squadra l’intera posta in palio, giacché il Tricase riuscì a rimontare e a sorpassare l’Atletico proprio al 93’ con un gol di Musio.

“Quel risultato, sostanzialmente, sta facendo la differenza di classifica tra la nostra squadra e il Tricase – spiega mister Corallopoiché durante il girone d’andata abbiamo avuto un ruolino di marcia abbastanza simile. Loro sono una squadra impostata per vincere ma noi andremo lì a giocarcela a viso aperto, senza timore, affrontando la gara nella maniera giusta”. Un passo indietro verso la vittoria di misura di domenica scorsa contro i tarantini, fanalino di coda della classifica del girone B di Promozione: “Temevo tanto la gara contro il Massafra – aggiunge il tecnico dell’Atletico – perché veniva dopo la sosta di Natale e loro non avevano nulla da perdere. Vero, abbiamo vinto al 90’ ma il risultato non deve ingannare, perché abbiamo creato almeno sette o otto palle gol limpidissime, mentre i nostri avversari hanno realizzato due reti nelle due uniche circostanze in cui hanno azzardato qualcosa. Abbiamo ampiamente meritato il successo, al di là di quello che ha detto il loro allenatore. Ci serviva la vittoria ed è arrivata, tre punti che valgono veramente tanto anche perché nell’ultimo mese abbiamo raccolto veramente poco rispetto a quanto abbiamo seminato”.

Le condizioni generali di Ruberto e compagni non destano preoccupazioni per Corallo: “La nostra squadra sta bene – continua – mi spiace non avere Cofano, che è stato squalificato per il parapiglia scoppiato nell’intervallo della gara contro il Massafra. Dovrò verificare le condizioni di Castrì, deciderò all’ultimo se utilizzarlo o meno giacché in settimana si è allenato poco e nella scorsa è stato fermo per un problema al polpaccio. Ma stiamo bene, abbiamo una classifica serena, sarà una bella partita quella col Tricase. Loro ci terranno a vincere ma anche noi vogliamo fare bella figura”. Non ci saranno grosse modifiche a livello tattico: “Non cambieremo il nostro assetto di gioco – riferisce l’allenatore di Lequilenon ci adattiamo ai nostri avversari ma andiamo avanti per la nostra strada secondo il nostro credo calcistico che nelle prime sedici giornate ci ha fatto togliere delle belle soddisfazioni. Cercheremo di limitare i loro giocatori più forti come Giorgetti, De Giorgi e Tundo, elementi di categoria superiore, cercando di ripartire per far male. Anche noi abbiamo le nostre armi. Mi aspetto che i loro tifosi diano una grossa spinta al Tricase ma noi proveremo a vendicare il risultato dell’andata. L’obiettivo prefissato a inizio campionato, da matricola, rimane sempre uguale: “Cerchiamo la salvezza quanto prima – conclude Coralloprovando a restare nella parte sinistra della classifica, a ridosso delle zone che contano per i playoff. Poi, se ci sarà occasione per fare bene, di certo non ci tireremo indietro. Ci siamo rinforzati durante il mercato invernale, anche nel parco under, sono arrivati elementi importanti come Margagliotti, Migali e Cofano. Mi spiace non avere quest’ultimo per tre partite. A Migali manca il gol ma deve stare tranquillo, prima o poi arriverà. Da parte nostra, quello che possiamo promettere è che daremo sempre il massimo”.

Marco MONTAGNA
Giornalista pubblicista dal 2012, fondatore e direttore responsabile di SalentoSport, collaboratore di Tuttomercatoweb dal 2009, corrispondente per Piazzasalento dai Comuni di Melissano, Racale e Alliste dal 2011 al 2017, collaboratore per la redazione sportiva del Nuovo Quotidiano di Puglia dal 2015.

Articoli Correlati