TARANTO – Le pagelle post Paganese: Potenza l’unica vera arma, Cobelli un fantasma

Si salva Balzano, subentrato all'infortunato De Giorgi, che prova a trovare anche il gol. Nella formazione di Grassadonia, prestazione sontuosa di Firenze. Sempre pungente Cicerelli

potenza

Foto: F. Potenza - ©Salentosport.net - F. Capriglione

Disfatta totale per il Taranto nel match contro la Paganese. I rossoblù hanno costruito diverse occasioni da rete ma si sono dimostrati fragilissimi: queste le pagelle del confronto.

TARANTO: Contini 5.5; De Giorgi 5.5 (32′ Balzano 6), Magri 5, Pambianchi 5, Di Nicola 5; Guadalupi 5, Paolucci 5.5, Nigro 5.5; Emmausso 5 (62′ Magnaghi 5.5), Cobelli 4 (49′ Maiorano 5.5), Potenza 6.5. Allenatore: Ciullo 5

PAGANESE: Liverani 6.5; Della Corte 6 (64′ Picone 6), Longo 6, De Santis 6, Alcibiade 6.5; Tagliavacche 6.5, Tascone 6.5 (74′ Parlati 6.5), Mauri 6.5; Cicerelli 6.5, Zerbo 6 (58′ Reginaldo 6.5), Firenze 7. Allenatore: Grassadonia 7

I MIGLIORI

Potenza 6.5: i suoi guizzi in velocità sembrano l’unica vera arma a cui questo Taranto malmesso può aggrapparsi. Tre assist preziosi, un paio di conclusioni personali che meritavano miglior fortuna ed un calcio di rigore procurato evidente di cui solo il signor Andreini di Forlì non si è accorto.

Balzano 6: si danna l’anima in un ruolo non suo, quello di esterno destro di difesa, e va vicino a riaprire la partita con due conclusioni disinnescate da un ottimo Liverani. Tra gli ultimi a tirare i remi in barca.

Firenze 7: fisico da corazziere, piedi fatati. Entra in tutte le azioni pericolose della Paganese, realizza un gol pregevolissimo con una conclusione liftata, ispira Zerbo in occasione del rigore del 2-0 e sfiora la doppietta in almeno un paio di circostanze. Concretezza e classe.

Cicerelli 6.5: con il suo moto perpetuo mette sempre in difficoltà gli avversari, la traversa gli nega il gol che poi trova con freddezza dagli 11 metri. È il calciatore che meno degli altri entra nelle rotazioni offensive di Grassadonia, non è un caso.

Parlati 6.5: nota di merito per il giovanissimo centrocampista azzurrostellato, classe 1997, originario di Racale ed ex capitano della Berretti del Lecce. Il suo allenatore gli concede un quarto d’ora che lui sfrutta al massimo, con diverse iniziative interessanti, l’ultima delle quali lo porta alla percussione con cui firma il punto dello 0-4.

I PEGGIORI

Cobelli 4: per distacco, in assoluto, è il peggiore in campo. Non indovina un movimento uno, sbaglia tutti i passaggi, non si vede mai in fase di conclusione. La sensazione è che una categoria difficile e di livello come la Lega Pro non sia nelle sue corde.

I TECNICI

Ciullo 5: il momento non è semplice e le alternative sono praticamente inesistenti. Però ci mette del suo mettendo in campo dal 1’ un impresentabile Cobelli. Dovrà lavorare moltissimo sull’aspetto mentale di una squadra che, nell’atteggiamento, sembra già essersi rassegnata al ritorno in Serie D.

Grassadonia 7: la Paganese è una macchina che funziona con precisione, in cui tutti gli ingranaggi si trovano al posto giusto. Si permette il lusso di andare a vincere in trasferta operando parecchio turn over, soprattutto in attacco. Questa squadra potrebbe essere la mina vagante dei playoff.

Luigi ALEMANNO
Giornalista pubblicista dal 2011, vicedirettore di SalentoSport.net. Responsabile della redazione sportiva di Teleonda dal 2009 al 2012, corrispondente per Piazzasalento dal Comune di Gallipoli dal 2012 al 2014, responsabile della comunicazione per la S.S.D. Gallipoli Football 1909 Srl dal 2012 al 2015.

Articoli Correlati

  • rizzo-coribello LECCE – Rizzo sul Catania: “Una squadra arrabbiata con Lodi a dettare i tempi”. Pacilli e Marino ok

    “Lavorare reduci da una vittoria aiuta sempre. Ripartiamo dalla prestazione offerta con il Trapani, di carattere, attenzione e determinazione”. Così Robertino Rizzo alla vigilia di Catania-Lecce, in programmi domani sera, in terra siciliana, con calcio di inizio fissato alle ore 20.30. “Questa mattina abbiamo svolto la rifinitura in Calabria – ha aggiunto – Pacilli e Marino…

  • magri-di-campi VIRTUS FRANCAVILLA – Magrì: “Polverone politico sulla questione stadio. Ora religioso silenzio”

    Il presidente onorario della Virtus Francavilla, Antonio Magrì, ha posto chiarezza col seguente comunicato sulla questione legata al “Giovanni Paolo II”. “Ancora una volta – si legge nella nota diffusa dal club biancazzurro – apprendo con stupore che una mia dichiarazione sulla questione stadio ha dato vita ad un polverone politico con diverse prese di…

  • bleve caputo LECCE – Doppio movimento di portieri: Bleve parte, blindato Chironi

    Movimento di portieri in casa Lecce. La società ha appena ufficializzato l’allungamento del contratto con Gianmarco Chironi, estendendolo sino al 30 giugno del 2020. Contestualmente i giallorossi hanno ceduto, a titolo temporaneo e con diritto d’opzione, il diritto alle prestazioni sportive di Marco Bleve alla Ternana Calcio. Per Bleve si tratta, quindi, di approcciarsi al…

  • Comunicato ufficiale Taranto TARANTO – Ufficio stampa e segreteria si rifanno il look

    Il Taranto prosegue l’opera di allestimento del nuovo organigramma societario, che si colora di rosa. A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del tecnico e del direttore sportivo, la società presieduta da Elisabetta Zelatore annuncia gli arrivi di Ninni Cannella, in qualità di addetto stampa e della signora Mariagrazia Sigrisi, a capo della segreteria. A fargli…

  • caturano-salvatore-lecce-leccesetteIT LECCE – Meluso blinda Caturano: “Lo vogliono? Costa almeno due milioni”. Agostinone saluta

    Ancor prima dell’inizio del campionato, il Lecce è costretto a difendersi da un attacco avversario. Non parliamo di sfide sul campo bensì dietro la scrivania, poiché il neo retrocesso Pisa si è lanciato a capofitto alla ricerca di un attaccante il cui profilo risponde al nome di Salvatore Caturano. Il tecnico dei toscani Carmine Gautieri ha…