OTRANTO – Palma: “Punto quota quindici gol per ambire un posto nei playoff”

Il prolifico attaccante idruntino è uno dei punti di forza della squadra: "Devo ringraziare il mister che mi ha dato questa nuova collocazione tattica: questo ruolo mi da la possibilità di esprimermi al massimo"

palma-eugenio

È stato senza alcun dubbio un anno da incorniciare il 2016 per Eugenio Palma. Grande protagonista della salvezza dell’Otranto alla prima storica apparizione nel campionato di Eccellenza nella passata stagione, in questa sta trascinando, con le sue reti, gli idruntini verso la conquista di un posto nei play off. “È stato un anno ricco di soddisfazioni e condito da tanti gol – ammette l’ex Casarano -. “Fa sempre piacere ritrovarsi in classifica con attaccanti di primissimo ordine. Devo ringraziare il mister che mi ha dato questa nuova collocazione tattica: questo ruolo mi da la possibilità di esprimermi al massimo”.

Da terzino a esterno dei tre là davanti per mestiere il passo è stato breve. E soprattutto produttivo, in fase di finalizzazione. Fino a ora sono otto le marcature in campionato, che lo collocano al terzo posto della classifica cannonieri, a due lunghezze dalla coppia di testa formata da Trotta e Zotti. Al termine della passata stagione furono undici. Qual è l’obiettivo per questa? “Spero di migliorare lo score dell’anno scorso. Mi piacerebbe arrivare a quota quindici. È uno che allarga le maglie del gioco Palma, uno che offre soluzioni e da alternative, una sorta di equilibratore tattico della formazione guidata da Andrea Salvadore. E a proposito di tattica e di equilibrio, la novità vera di quest’anno è la migliorata solidità difensiva.

I leccesi segnano di meno rispetto alle passate stagioni, solo quattordici gol, ma subiscono anche di meno. Con sette reti al passivo rappresentano la seconda miglior difesa del torneo. “È stato bravo il mister a insistere molto sulla fase difensiva– sottolinea Palma -. “Col nuovo modulo e con il maggior coinvolgimento degli attaccanti e dei centrocampisti abbiamo trovato l’equilibrio giusto. È come un direttore d’orchestra che affida l’esecuzione di uno spartito a dei bravi interpreti. Solo così si spiega l’exploit dell’Otranto, perché la tattica non basta se non si hanno a disposizione buoni giocatori.

Un mix perfetto che ha proiettato i leccesi nelle zone nobili della classifica. Ma dove vogliono arrivare Palma e compagni? “Il quinto posto è in realtà al di sopra delle aspettative – confessa l’esterno offensivo idruntino -. “Per molti di noi l’anno scorso si è trattato della prima esperienza in un campionato di Eccellenza. Ci è servita per adattarci alla categoria. Adesso, col girone di ritorno, inizia praticamente un altro campionato. Noi siamo abituati a ragionare partita dopo partita, sappiamo che non esistono squadre materasso e che tutti i punti in palio sono pesantissimi. Abbiamo dimostrato contro le big di questo torneo di potercela giocare. Abbiamo le potenzialità per ambire a un posto nei playoff. Questo, per noi, può rappresentare l’anno della consacrazione”.

E domenica l’Otranto andrà a fare visita al Molfetta. “Sappiamo che si sono rinforzati e che si vogliono salvare. Non sarà una partita semplice, anche perché non è mai facile affrontarli in casa loro. Ma noi abbiamo l’obbligo dei tre punti – chiosa Palma – , se vogliamo continuare ad alimentare il sogno”.

Articoli Correlati