CALCIO E SALUTE – Sicurezza degli atleti, ecco cosa cambia con il decreto Balduzzi

Nuove norme introdotte dal decreto Balduzzi circa le linee guida sulla certificazione medica, la dotazione e l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici. Gli stessi, inoltre, dovranno essere utilizzati da personale formato presso centri di formazione riconosciuti su base regionale.

Le società sportive professionistiche dovranno dotarsi di defibrillatore nell'arco dei prossimi sei mesi, quelle dilettantistiche in trenta mesi. Gli oneri saranno a carico delle società, che tuttavia potranno dividersi le spese se condividono il medesimo stadio o trovare un accordo col gestore dell'impianto sportivo.

Per quanto questo si dimostri una mossa lodevole e certamente garanzia per la sicurezza e la salute degli atleti, son sorti dei problemi di fondo. Le società, specie quelle dilettantistiche (in Italia circa 110 mila), ritengono eccessivo il costo di un defibrillatore, che si aggirerebbe intorno ai 1.200 euro e faticano a reperire persone qualificate in grado di gestire con assoluta sicurezza l'apparecchio.

Redazione SS
Premiata come miglior testata giornalistica salentina nella prima edizione del "Gran Premio Giovanissimi del Salento" di Neviano, organizzato dalla redazione della testata on-line giovanissimidelsalento.com.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati