AVETRANA – Continua la striscia positiva, contro il Vieste arriva un buon punto

avetrana

L’Avetrana dà continuità alla propria striscia positiva di risultati conquistando il tredicesimo punto sui quindici a disposizione nelle ultime cinque gare e lo fa contro quella che, alla vigilia, era la quinta forza del torneo, il Vieste, formazione che da anni ormai milita in Eccellenza e con risultati di tutto

AVETRANA – Lo sfogo di Viscido: “Gestire questa situazione sta diventando sempre più difficile”

viscido-gerardo-avetrana

A bocce ferme, abbiamo analizzato la gara persa con l’Altamura dal punto di vista del tecnico dell’Avetrana, Gerardo Viscido. “Sicuramente abbiamo giocato meglio nella ripresa, creando almeno tre occasioni con una certa manovra”. Gli facciamo notare che, coi cambi operati nella ripresa, si è registrato un cambio di passo: “Sicuramente

AVETRANA – Doppio colpo biancorosso: un esperto difensore ed un centrocampista offensivo

avetrana-tifosi

Inizio d’anno con delle novità di mercato per l’Avetrana. La società del presidente Saracino, infatti, ha ufficializzato gli ingaggi di un difensore e di un centrocampista. Per il pacchetto arretrato, il nome nuovo è quello dell’esperto Francesco La Rosa: un gigante di 195 cm, il centrale originario di Barletta arriva

AVETRANA – Ufficiale, è Viscido il nuovo tecnico

viscido-gerardo-avetrana

Da ieri l’Avetrana ha un nuovo allenatore. Dopo l’esonero di Claudio Pellegrino e le consultazioni del caso, la società biancorossa ha deciso di affidare l’incarico tecnico a Gerardo Viscido. Campano, 56 anni, Viscido ha alle spalle esperienze in panchina con il Campagna (Eccellenza campana) e la Battipagliese (Serie D), oltre

AVETRANA-NOVOLI – Di Silvestro non sbaglia, i rossoblù espugnano il “Mazzola”

novoli ph g. vitale

Nella giornata che avrebbe dovuto segnare il riscatto, l’Avetrana perde di misura e di rigore contro un Novoli apparso per niente irresistibile e che porta via dal “Mazzola” l’intera posta solo grazie ad un rigore e ad un atteggiamento dei locali fin troppo poco incisivo, nel primo tempo, ed arrembante,

AVETRANA – Dentamaro nel recupero premia il Barletta e nega la vittoria ai tarantini

avetrana-barletta

Sfuma nel finale la vittoria per l’Avetrana al cospetto di un Barletta che, rispetto alle attese, non ha proprio entusiasmato. Grintosi, volitivi, quelli che non mollano mai di fronte ad avversari piuttosto abulici, senza un’idea precisa di gioco e che solo grazie ad una palla inattiva riescono a portar via

AVETRANA – Pellegrino: “La reazione al gol del Gallipoli dimostra quanto stiamo lavorando sodo”

Al termine della gara vinta dall’Avetrana col Gallipoli, bisogna ammettere che sicuramente i biancorossi sono stata un’altra squadra con Urbano, Eleni e Cimino in campo, con un grigio primo tempo e con una ripresa di tutt’altro spessore, a maggior ragione dopo lo svantaggio: “Noi siamo stati sempre questi qua,”, esordisce

AVETRANA-GALLIPOLI – Blackout giallorosso, Coquin e Richella firmano la rimonta tarantina

avetrana esultanza

L’Avetrana va prima sotto, reagisce e travolge un Gallipoli assolutamente irriconoscibile dal quale, dopo il vantaggio, era francamente lecito attendersi di più. Con una rosa ridotta all’osso tra infortuni e squalifiche, Pellegrino da tempo si trova ad avere parecchi problemi di formazione. Con Maggi, Trisciuzzi, Fabiano Cimino fuori, il tecnico avetranese

AVETRANA – Pellegrino: “Grande spirito di sacrificio dei ragazzi, il pareggio ci sta stretto”

pellegrino c.

Un pari meritato per l’Avetrana ma che sa di beffa per l’Hellas, come riconosce anche il tecnico avetranese Claudio Pellegrino, per il quale “Sicuramente fa rabbia e rammarico prendere gol al 94’ ma ogni tanto la fortuna è anche dalla nostra parte”. “Ho visto una squadra vogliosa e volenterosa di fare

AVETRANA-HELLAS TARANTO – I biancorossi acciuffano il derby con Radicchio all’ultimo respiro

avetrana tifosi

In un concitato finale, Radicchio toglie le classiche castagne dal fuoco e lascia il segno nel derby tarantino di eccellenza tra Avetrana ed Hellas Taranto, cacciando via i fantasmi dell’ennesima sconfitta interna. Se un merito ha avuto la formazione di Pellegrino è stato certamente quello di non mollare mai, anche