VOLLEY A2/m – Alessano sfata il tabù Potenza Picena con un super Culafic in forma smagliante

Convincente prova dell’Aurispa Alessano che con una prova di carattere riesce finalmente a battere Potenza Picena e a dimenticare la brutta prova nel derby. Grande prova del MVP dell’incontro Milos Culafic autore di 30 punti

aurispa-alessano

Fonte: Comunicato Stampa Aurispa Alessano |

Con una prova di carattere e con sprazzi di buona pallavolo l’Aurispa Alessano torna alla vittoria e batte per la prima volta in casa (la seconda in assoluto) Potenza Picena. Mattatore dell’incontro Milos Culafic, autore di 30 punti con 7 ace e 5 muri. Con questa vittoria Alessano raggiunge a 13 punti i marchigiani, portando a quattro i punti  di vantaggio sulla terz’ultima posizione.

Tofoli si affida al solito 6­+1: diagonale con Alberini e Culafic, Usai e Tomassetti al centro, Lipinsky e l’ex di turno Lazzaretto in banda e Bisci libero.

Di Pinto schiera Monopoli al palleggio con Bisi a completare la diagonale,Maccarone e Larizza al centro, Marinelli e Cristofaletti in banda e Toscani libero.

Pronti via e Monopoli, supportato da una buona ricezione, sfrutta al massimo i suoi centrali, ma i tanti errori ospiti tengono attaccata Alessano. Un doppio block e un ace danno il +3 ai padroni di casa (9-6) e Di Pinto blocca il gioco. Alla ripresa un doppio ace di Culafic porta a cinque i punti di vantaggio (12-7) e il tecnico marchigiano chiama il suo secondo discrezionale. Il montegrino continua a martellare dalla linea dei nove metri mettendo a segno altri quattro ace consecutivi e costringendo Di Pinto a rivoluzionare il sestetto in campo. L’Aurispa raggiunge un vantaggio tranquillizzante e riesce a chiudere il set sul 25-14 grazie al colpo ben assestato di Culafic che suggella un set con 11 punti personali (6 ace, 2 muri e 3 attacchi).

Secondo set con Potenza Picena più presente ed agguerrita che si porta sul +4 (5-9). I marchigiani mantengono il vantaggio fino al 10-14 ma l’Aurispa non molla e raggiunge la parità a 15 per poi passare sul +2 (20-18) con uno scatenato Culafic. Usai sbarra la strada a Bisi e porta Alessano sul 23-20, un errore dell’opposto ospite regala il primo set point ai padroni di casa, che alla seconda occasione chiudono per 25-21 con un block out di Culafic  portandosi sul 2-0 nel computo dei set.

Inizio di terzo parziale sotto il segno dell’equilibrio fino all’ace di Bisi che dà un break di vantaggio ai marchigiani (7-9) e Tofoli blocca subito il gioco. Potenza Picena insiste e si porta sul 10-15 costringendo Tofoli al secondo discrezionale. Gli ospiti non cedono di un millimetro e continuano ad amministrare il vantaggio (15-20). Tofoli cambia la diagonale,ma la mossa non sortisce l’effetto sperato con gli ospiti che si aggiudicano il set per 20-25 .

Quarto set con Lipinsky subito in mostra con due ace e un muro a Alessano si porta sul 6-2 con Di Pinto che chiama time out. I biancazzurri di casa insistono e aumentano il vantaggio (12-3) e Di Pinto mischia le carte inserendo Sette e Di Silvestre, cambiando di fatto gli schiacciatori di posto 4. Reazione ospite che con Bisi al servizio riduce lo svantaggio (13-7) costringendo Tofoli al time out , ma Potenza Picena riduce ulteriormente  il gap (18-15), Alessano tiene botta, ma i marchigiani si avvicinano pericolosamente (23-21). Lipinsky con un attacco da posto 2 da il primo match ball all’Aurispa, annullato da un attacco al centro di Maccarone, ma alla seconda occasione ci pensa Culafic a mettere il sigillo sul set (25-22) e sul match, dando ai suoi tre punti fondamentali nell’economia del campionato.

Eccole parole dei protagonisti a fine gara.

Paolo Tofoli: “Ho rivisto nei ragazzi la voglia di vincere, la cattiveria e la grinta. Commettiamo ancora errori che non dovremmo fare, però ci può stare. Anche quando siamo molto sopra, dobbiamo cercare di smussare gli errori ed evitare che gi avversari si riprendano. Dobbiamo attivare la “modalità killer”. Sono contento per Milos che ha battuto bene, anche se dopo poi non ha avuto la stessa continuità, ma sta comunque migliorando tanto.”

Adriano Di Pinto: “Faccio i complimenti ad Alessano, perché hanno giocato davvero bene. Nelle ultime partite non li ho visti giocare così, ma oggi sono stati davvero molto convincenti, bravi soprattutto Lipinski e Culafic, soprattutto in battuta. Noi abbiamo fatto solo 4 ace e loro 15, ho dovuto cambiare formazione completamente due volte. Abbiamo  giocato abbastanza bene, nonostante tutto, però purtroppo non è bastato. Complimenti a loro e complimenti al pubblico che qui è sempre molto caloroso.”

Milos Culafic: “Sono molto contento, perché la mia battuta non era il massimo, ma oggi mi sentivo bene e spero di continuare a giocare così. Questa vittoria è stata molto bella ed importante per noi, ma dobbiamo continuare così”.


Aurispa Alessano –GoldenPlast Potenza Picena 3 – 1 ( 25-14; 25-21; 20-25; 25-22)

Aurispa Alessano: Alberini  2 , Culafic 30, Usai 9 , Tomassetti 6 , Lipinski  20 , Lazzaretto 12 , Bisci (L); Cordano  , Lugli, Russo n.e., Loglisci , Peluso n.e. , Morciano (L) n.e. .All.:Tofoli; II° All.: Bramato

Ace 15 , Battute sbagliate 11 , Muri 14 , Ricezione 60% pos. 35% prf ; Attacco 45%

GoldenPlast Potenza Picena: Monopoli , Bisi 22, Bucciarelli n.e. , Larizza 7 , Marinelli 6, Cristofaletti 8, Toscani (L), Lavanga n.e. , Romanò1 , Maccarone 8, Sette3 , Di Silvestre 5, D’Amico, Bianchini (L). All.: Di Pinto, II° All.: Martinelli

Ace  4 , Battute sbagliate 6  , Muri 9 , Ricezione 39%pos. 23%prf. ; Attacco 46 %

Arbitri : Alessandro Noce, Pierpaolo Di Bari.

Redazione SS
Nata nell'agosto 2010, vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone, e come miglior testata giornalistica sportiva salentina nella prima edizione del "Gran Premio Giovanissimi del Salento" organizzato dalla redazione della testata on-line giovanissimidelsalento.com.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati

  • culafic_lipinsky_aurispa_alessano_volley_mmelcarne VOLLEY A2/m – Aurispa Alessano, tempo di bilanci: Culafic e Lipinsky i bombardieri

    La trasferta di Santa Croce ha chiuso il girone di andata del 73° campionato di A2 UnipolSai che ha decretato i primi verdetti. Otto le squadre che si contenderanno la Del Monte Coppa Italia di A2 partendo dai quarti di finale del 29 novembre: Tuscania-Siena, Spoleto-Santa Croce, Grottazzolina-Bergamo e Roma-Gioia del Colle. L’Aurispa Alessano ha chiuso il…

  • volley-magik-copertino VOLLEY C/f – Magik Copertino supera nettamente Barletta e resta in scia della vetta

    Poker di vittorie consecutive per la Volley Magik Copertino che tra le mura amiche della palestra del Comprensivo “Giovanni Falcone” batte nettamente in tre set la Boasorte Volley Barletta e si assicura tre punti che consolidano la terza posizione in classifica, rimanendo in scia delle battistrada Noci e Castellaneta. La partita evidenzia subito i diversi valori tecnici e di…

  • cutrofiano-volley VOLLEY B1/f – Inarrestabile Cutrofiano, sono sei su sei! Torrese ko e vetta consolidata

    Prosegue senza ostacoli la marcia a ritmi serra di Cuore di Mamma Cutrofiano, che nello scorso week-end ha superato 3-0 Fiamma Torrese conquistando la sesta vittoria in altrettante gare giocate. Le ragazze di coach Carratù hanno dominato in lungo e in largo il match, legittimando la palma di squadra del momento meritatamente conquistata nelle ultime…

  • volley-maglie VOLLEY B1/f – Maglie oltre tutti gli ostacoli, espugnata Isernia

    Quando riesci a far tuo un match dopo due ore di fatica, a domare un avversario indomito sul proprio campo, ad isolarti dal fragore di un pubblico che avrebbe scoraggiato chiunque, a giocare per due ore in un palazzetto letteralmente gelido, ad annullare un match point delle padrone di casa, a restare lucido dopo cinque…

  • volley-lecce-laica VOLLEY C/m – Laica Lecce, scivolone casalingo: passa Martina Franca

    Brutta caduta casalinga per la Volley Lecce che perde 3-0 con la Happy Casa Martina Franca e complica il proprio cammino in questa fase iniziale del campionato. Lamberto Cosi e compagni hanno faticato molto a mantenere alta la tensione. Peccato, perchè nel primo parziale, pur giocando frenati, erano riusciti a condurre sino al 13-9. Stessa storia nel parziale successivo, condotto…