RALLY – Al via verifiche e shakedown, il 51° Rally del Salento entra nel vivo: le voci dei protagonisti

Cominciate le verifiche tecniche, come anche lo shakedown. Prima defezione, non ci saranno Corrado e Luigi Fontana per un lutto familiare

verifiche-rally-salento-2018

Sono cominciate le verifiche per la 51esima edizione del Rally del Salento presso l’ex Convento degli Agostiniano di Melpignano. Oltre alle verifiche è partito anche lo shakedown, test con le vetture da gara che, sino alle ore 16, vedrà impegnati gli equipaggi (90) in pista in Contrada Padulaci a Soleto. Primo colpo di scena: Corrado Fontana, uno dei possibili favoriti della vigilia insieme a suo padre Luigi, non potranno essere della competizione per un lutto familiare.

Ecco il parere di alcuni protagonisti, raccolte dall’ufficio stampa della gara.

Stefano Albertini (Ford Fiesta Wrc N°1): “È una gara difficile anche perché ho corso qui solo in una precedente occasione e risale a molto tempo fa. Sicuramente avere un po’ più di esperienza su queste strade aiuta. Abbiamo provato la macchina e siamo  molto soddisfatti. Vedremo anche quello che faranno i nostri avversari che sono tutti molto forti e motivati”.

Simone Miele (Citroen Ds3 Wrc N°3): “È un contesto di gara che fino ad adesso mi è piaciuto molto. Le prove per noi abituati a strade di montagna sono super impegnative e molto tecniche. Cercheremo di fare del nostro meglio e soprattutto di non commettere errori”. 

Paolo Porro (Ford Fiesta Wrc N°4): “È una gara che mi piace molto anche se le prove le ho trovate un po’ peggiorate rispetto alle edizioni scorse. C’è molta vegetazione e in alcuni tratti le strade sono parecchio dissestate. L’esperienza qui non mi manca anche se quest’anno affronteremo la gara con la Fiesta che rispetto alla Focus è totalmente diversa per reazioni, motore ecc. e ti cambia completamente la visione delle prove”.

Luca Pedersoli (Citroen Ds3 Wrc N°5): “È una gara che ho fatto tante volte e che non sono riuscito a vincere. Quest’anno sarà un pelo più difficile perché abbiamo messo in atto un cambiamento radicale, vettura, squadra, team. Rispetto alla C4 la DS3 è completamente diversa e secondo me ci vorranno due-tre gare di adattamento prima di riuscire a sfruttarla al meglio”.

Francesco Rizzello (Ford Fiesta Wrc N°6): “Cercheremo di puntare alle posizioni alte della classifica assoluta. Vedremo cosa riusciremo a fare. La macchina l’abbiamo provata è completamente nuova anche se  da una prima impressione ci sembra di aver trovato sin da subito un giusto feeling”

“Pedro” (Hyundai NG I20 Wrc N°8): “Ci approcciamo a questa manifestazione con molta umiltà anche perché quando si corre per la prima volta una gara impegnativa e difficile come il Salento occorre fare esperienza per poi ritornare nell’edizioni successive con qualche ambizione in più. È un rally atipico ma nel senso positivo del termine. È diverso e fa la differenza nel contesto del campionato dove è giusto che ci siamo ambientazioni e tipologie di strade differenti.  Il contesto è meraviglioso e non può far altro che elettrizzare un pilota vero. Sarà una gara dura anche per il caldo”.

Antonio Forato (Ford Fiesta R5 N°11): “Sono felicissimo di tornare a correre il Salento, una gara che conosco e che mi ha regalato delle belle soddisfazioni nel recente passato.  Le prove le ho trovate un po’ più dissestate. Bello lo shakedown che affronteremo stamattina, molto adatto alla tipologia di strade  che ritroveremo in gara. In ottica campionato vedremo di capire dopo le prime prove quale migliore strategia adottare”.

Andrea Carella (Peugeot 208 T16 R5 N°12): “Sono contento di tornare a correre il Salento una gara che ho affrontato pima d’ora nel lontano 2011 (ritiro per foratura n.d.r.). Spero che quest’anno l’esito sia migliore. In ottica campionato, visto anche il ritiro del Mille Miglia questa è una gara molto importante che mi obbliga a portare a casa dei punti”.

Domenico Erbetta (Ford Fiesta R5 N°14): “Arriviamo qui dopo un esperienza non proprio felicissima al Mille Miglia dove non eravamo pronti al 100% . Rispetto a Brescia abbiamo apportato delle migliorie sulla vettura che ci fanno ben sperare”.

Francesco Laganà (Ford Fiesta R5 N°16): “Contiamo di fare una bella gara. Siamo motivati al punto giusto. Utilizzeremo la stessa vettura che abbiamo avuto a disposizione a Casarano e con la quale siamo riusciti a ben figurare”.

Fernando Primiceri (Skoda Fabia R5 N°18): “Abbiamo fatto un test in questi giorni che ci ha permesso di capire che a Casarano le nostre prestazioni sono state condizionate da un non perfetto funzionamento della valvola pop off. Il problema è risolto e questo mi fa partire per questa gara molto più motivato”.

Giampaolo Bizzotto (Peugeot 207 S2000 N°20): “È una gara molto impegnativa, vi prendiamo parte per la prima volta ed è importantissimo non commettere errori. Cercheremo di stare li tra i migliori della classe per poter difendere anche il primato nella coppa di categoria del campionato”.

Bartolomeo Solitro (Mitsubishi Lancer E9 R4 N°24): “Il nostro primo obiettivo è riuscire a portare al traguardo la vettura. Partiremo regolari. Subiamo un confronto impari  con le S2000 ma cercheremo di stare li. Ci metteremo tutto l’impegno possibile, l’esperienza in questa gara non ci manca, per far bene puntando soprattutto a prendere punti sia per il regionale che per la Coppa Italia”.

Paolo Menegatti (Renault Clio S1600 N°28): “Iniziamo da qui il campionato e cercheremo di partire col piede giusto. È la mia prima esperienza in questo rally, un rally difficile, dove bisogna stare sempre molto attenti”.

Guglielmo De Nuzzo (Renault Clio S1600 N°30): “Cercheremo di dar seguito al bel risultato colto a Casarano. La macchina la conosciamo e sappiamo dove può arrivare anche se esiste ancora un ampio margine di miglioramento sulle prestazioni che noi potremo raggiungere con essa”.

Lorenzo Grani (Peugeot 208 Vti n°38): “Puntiamo a fare un buon piazzamento ma non certo a vincere perché su queste strade  serve anche tanta esperienza che io non ho visto che per me questa è la prima volta che mi approccio a questa gara”

Francesco Montagna (Citroen C2Vts  R2B N°42): “La nostra C2 paga lo scotto del tempo che passa…come del resto anche per il pilota. Ci ritroviamo in una classe difficile e  agguerrita con molti giovani, velocissimi e che dispongono di mezzi performanti. Essendo anche più recente la 208 ha un livello di preparazione e di tecnologia notevolmente più avanzato rispetto alla nostra vettura”.

Danilo Tomassini (Renault Twingo Rs R2B N°44): “La R2 è una categoria molto combattuta dove siamo sempre in molti. Questa è una gara bellissima peccato che non l’ho potuta disputare negli ultimi 7 anni. Mi sembra di aver ritrovato  le prove molto più difficili di allora anche se il conteso è sempre unico e spettacolare”.

Martina Iacampo (Citroen C2Vts  R2B N°47): “Rispetto alle mie precedenti esperienze è una gara di tutt’altra intensità. Non ho mai corso in strade cosi strette e difficili. Andremo in tutta tranquillità anche perché oltre a non conoscere bene le strade non conosciamo nemmeno la vettura che la proveremo stasera direttamente sulla prova spettacolo”.

Corrado Peloso (Suzuki New Swift Sport R1B N°84): “Veniamo qui per far bene e  proveremo a dare continuità alla striscia di successi che ci ha visti vincitori in questa gara come trofeisti per ben due volte. E questo potrebbe poi rivelarsi  positivo anche in ottica campionato dove siamo in testa. La gara è lunga e difficile. Partiremo cauti e studieremo la strategia migliore strada facendo”.

Redazione SS
Nata nell'agosto 2010; vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone; eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento" organizzato dalla redazione della testata on-line giovanissimidelsalento.com; presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati