RALLY – Salentomotori, soddisfazione per il terzo posto di Rizzello-Cicognini al Rally del Salento

Il 51° Rally del Salento è stato anche un giorno triste per la scomparsa del sig. Antonio Siciliano, padre di Santino Siciliano

rizzello-cicognini-rally-salentomotori

Foto: Rizzello-Cicognini (©A. Casolaro)

Il Rally del Salento, che quest’anno ha raggiunto la sua 51esima edizione è stata un’eccellente manifestazione, un percorso straordinario con uno scenario impeccabile e, la prova “La Taranta” svoltasi a Melpignano è stata il fiore all’occhiello della gara.

Una gara che si preannunciava combattuta, in vista del campionato italiano CI WRC. La scuderia di Tricase aveva già i pronostici per fare la sua parte, schierando il veloce pilota Francesco Rizzello che, coadiuvato da Monica Cicognini, ha fin da subito dimostrato i suoi buoni propositi. Già dalla prima prova speciale, l’equipaggio numero sei stava dando il meglio si sé, regalando puro spettacolo alla gremitissima presenza di pubblico. Purtroppo costretti a fermarsi proprio sull’ultimo giro della prova per causa di un incidente dell’equipaggio che gli precedeva. Il sabato la gara entrava nel vivo, con la disputa delle nove prove speciali. Per Rizzello e Cicognini non era facile affrontarsi contro Stefano Albertini, Paolo Porro e Stefano Miele, ma la grinta certamente non è mancata, conquistando fin da subito il quarto posto sulla prova speciale di Martignano, una prova molto tecnica e veloce. Sulla prova speciale di Santa Cesarea Terme, Rizzello attacca e conquista il terzo posto assoluto. La sorpresa arriva sulla prova speciale di Specchia, dove Rizzello e Cicognini si aggiudicano la prova, staccando il miglior tempo, seguiti da Albertini e Porro. Con il ritorno sulle prove di Martignano e Santa Cesarea Terme, Rizzello notava che le regolazioni sull’assetto della sua Fiesta non erano al 100%, così iniziava ad amministrare per mantenere il terzo posto assoluto. Anche la terza prova speciale di Specchia viene vinta da Rizzello-Cicognini. A fine gara Rizzello si dimostra provato ed entusiasta per l’ottima performance in gara e ha espresso un immenso ringraziamento a tutti gli appassionati presenti sulle prove speciali, ai propri fan che si sono dimostrati unici, al team che ha svolto un buon lavoro sulla vettura, all’ottimo appoggio della sua navigatrice Monica e al direttore sportivo Paolo Potera che è stato di gran aiuto. Inoltre, ha dichiarato di voler continuare la stagione 2018 disputando il Campionato Coppa Italia, con le due manifestazioni che si svolgeranno in Sicilia ed una sul Gargano.

A seguire il gruppo Salentomotori presente al 51° Rally del Salento, l’equipaggio Antonio Forte con alle note Pasquale Fiorito, che nonostante le difficoltà meccaniche sopraggiunte in prova, è riuscito a portare a casa le loro finalità prefissate in pre-gara, di divertirsi e di arrivare sul podio. Concludono la loro gara con un meritatissimo 1° posto di classe N4 su Mitsubishi Lancer Evo IX. Ritiro amaro per l’equipaggio Gianluca Lecci e Luca Leone, che con la loro Mitsubishi Evo X sono stati costretti a ritirarsi proprio sull’ultima prova speciale di Specchia, per problemi meccanici, quando contenevano il 2° posto di classe.

Gara difficile per i fratelli Negro, a sfidarsi nella categoria più contendente, che per problemi di pescaggio benzina della loro Renault Twingo, non sono riusciti a mettersi in luce e a dare il meglio di loro, ma l’obbiettivo era quello di arrivare sulla pedana di arrivo, cosa ben riuscita.

Una gara ordinata quella di Salvatore Casarano che in coppia con Gianmarco Ventruto ha vinto la classe A7 a bordo della Renault Clio RS, ma un riconoscimento di merito bisogna farlo a Salvatore per aver organizzato un controllo a timbro nel comune di Spongano, dove appassionati e non erano rivolti sulle strade della cittadina a porgere un tifo a tutti gli equipaggi presenti.

A denti stretti, l’equipaggio Russo-Sorrone è riuscito a terminare la gara, dopo che tanti problemi meccanici gli hanno compromesso le loro prestazioni, ma la voglia di riscattarsi dopo il Rally Città di Casarano era così tanta che gli ha visti giungere sul traguardo d’arrivo.

Buona la prima anche per Tommaso Miccoli, all’esordio rallistico con una Renault Clio RS, con alle note Gianmarco Manco, con le intenzioni di fare chilometri per istruirsi ad una buona tecnica e a conoscere la macchina in vista di future manifestazioni.

Poco da raccontare per l’equipaggio Parrotto-Morbidi, ancora una volta straordinari a portare a casa un buon risultato, senza nessuna sbavatura e incertezza, per loro una meritatissima vittoria di classe.

Ritiro amaro per Francesco Giangreco e Antonio Passaseo, che a bordo della Peugeot 106 Kit hanno dovuto tirare i remi in barca per una piccola uscita di strada, mentre l’equipaggio Falcone – Stefanelli, ritirati per noie meccaniche della loro vettura.

Il 51° Rally del Salento è stato anche un giorno triste per la scomparsa del sig. Antonio Siciliano, padre di Santino Siciliano, che proprio nel giorno della manifestazione salentina ha deciso di lasciarci, ma tutti noi lo ricorderemo come un grande padre, un grande appassionato e il suo amore rivolto al figlio Santino.

Redazione SS
Nata nell'agosto 2010; vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone; eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento" organizzato dalla redazione della testata on-line giovanissimidelsalento.com; presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati