BASKET C/m – La Lupa Lecce non graffia più e Altamura sorride

Coach Santoro: "Dobbiamo migliorare ancora tanto sul piano del gioco e adesso ci prepariamo per la prossima gara in casa contro Mola per riaprire il discorso playoff"

lupa-lecce-altamura

Anno nuovo e prima sconfitta per la Lupa Lecce versione 2018. I giallorossi sono caduti sotto i colpi di Altamura in trasferta per 71-59, in occasione della gara valevole per la seconda giornata di ritorno del campionato maschile Serie C Silver che si è disputata ieri sera. Dopo la sconfitta contro Ruvo incassata in casa prima della sosta, la Lupa non è riuscita ad arginare l’impeto di un avversario che ha collezionato 8 vittorie sulle 9 gare disputate nel suo fortino.

Per i salentini si è trattata dell’ennesima gara in salita, condizionata da un approccio errato nel primo quarto che ha permesso ai padroni di casa di presentarsi all’inizio della seconda frazione sul 23-7. Coach Santoro è partito col quintetto formato da Sirena, Malaventura, Paiano, Mocavero e Colella ricevendo una dura lezioni nei minuti finali del primo periodo. I giallorossi sono apparsi svagati in difesa prestando il fianco alle sortite offensive dei locali. Nel computo della gara la coppia formata da Mocavero e Malaventura ha messo insieme 31 punti che non sono serviti a mettere in cascina i 2 punti in palio. Dal secondo quarto in poi la squadra di Santoro ha cominciato a carburare giocando alla pari con Altamura, sino a piazzare il break nel terzo quarto che ha riaperto la gara.

A poco meno di tre minuti dalla fine Paiano ha avuto la palla del pari su assist di Malaventura, ma l’ex Monteroni ha perso il possesso scatenando la ripartenza di Altamura che ha allungato a +5 con una tripla. Negli ultimi giri di orologi i locali hanno dilagato sulle ali dell’entusiasmo, complice anche il calo fisico dei viaggianti che hanno pagato a caro prezzo le energie dissipate per l’ennesima rimonta mancata di un soffio.

“Nel primo quarto abbiamo concesso troppo ad Altamura – spiega a fine gara coach Santoro -. Siamo stati troppo morbidi e passivi, anche se resto perplesso sul metro arbitrale dei primi dieci minuti di gioco. Dopo la squadra ha fatto bene soprattutto in difesa, ma non siamo riusciti a completare la rimonta a causa del caso fisico nel finale. Dobbiamo migliorare ancora tanto sul piano del gioco e adesso ci prepariamo per la prossima gara in casa contro Mola per riaprire il discorso playoff”.


Altamura 71 – Lupa Lecce 59
Parziali: 23-7, 16-15, 16-21, 16-16

Altamura: Radovic 16, Castellano, Biagini 6, Vukovic 10, Fui, Monacelli 8, De Bartolo 12, Vignola 5, Loperfido 2, Barozzi 12, De Palo. All.

Lupa Lecce: Malaventura 15, Quaranta 1, Paiano 7, Colella 2, Zezza, Rizzato, Sirena 8, Caloia 3, Lasorte, Mocavero 16, Ferilli 7, All. Santoro.

Redazione SS
Nata nell'agosto 2010, vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone, e come miglior testata giornalistica sportiva salentina nella prima edizione del "Gran Premio Giovanissimi del Salento" organizzato dalla redazione della testata on-line giovanissimidelsalento.com.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati

  • zaharia-alin BASKET B/m – Un’ala rumena per Olive: la Frata Nardò attende solo il transfer

    La Frata “Andrea Pasca” Nardò comunica che è in via di definizione la trattativa che presto vestirà di granata Alin Ionut Zaharie, detto Giani, rumeno ma cresciuto in Italia, ala di 200 centimetri, classe ’94 proveniente dalla Dinamo Bucarest. Nato a Tirgu Lapus (Romania), Zaharie si è formato cestisticamente nel settore giovanile dell’Auxilium Torino. Passato all’Aquila Trento, con la formula del doppio tesseramento…

  • lupa-lecce-ostuni BASKET C/m – L’urlo della Lupa Lecce strozzato in gola dall’arbitro. Mola trionfa al “Palaventura”

    Tiro di Sirena a cinque secondi dalla fine, palla sputata dal ferro e canestro al volo di Ferilli sul filo della sirena. Il tutto vanificato dall’arbitro, secondo il quale, i due punti sarebbero giunti dopo il fatidico suono che ha messo la parola fine alla partita tra Lupa Lecce e Mola di Bari. Un finale…

  • frata-basket-provenzano-stefano_gspagnolo BASKET B/m – Frata Nardò inciampa fra i sassi: Matera la spunta trascinato da Migliori

    Hanno vinto i “Migliori”, come il buon Franco, immortale e chirurgico alla veneranda età di 35 anni. Trenta punti quelli dell’italo-argentino che, sommati a quelli dei compagni, hanno trascinato l’Olimpia Matera verso la vittoria finale per 92-87 contro Frata Nardò. Nemmeno con un Marchetti in più la Frata è riuscita a strappare un’altra storica vittoria al PalaSassi di Matera. Bene per…

  • frata-andrea-pasca-nardo BASKET B/m – Frata Nardò, che inizio anno: sgambetto alla capolista San Severo

    Ieri sera la Frata Nardò ha toccato le stelle con un dito quando quella interminabile sirena finale, tanto odiata e agognata durante il girone d’andata, ha decretato la fine delle ostilità. Col neo arrivato Marchetti out per infortunio, Ingrosso fuori anzitempo per un taglio all’altezza del volto, Bjelic febbricitante e le partenze di Rodriguez e Marengo, il Toro scrive una incredibile pagina di storia. San Severo – prima…

  • brindisi-basket_ggiannuzzi BASKET A1/m – Happy Casa Brindisi espugna il PalaBigi: seconda vittoria consecutiva per i biancazzurri

    La quattordicesima giornata sorride all’Happy Casa Brindisi che supera la Grissin Bon Reggio Emilia 77-73. Al PalaBigi fischio di inizio alle 18:15 con Suggs autore dei primi punti biancoazzurri ed è subito 4-0. Della Valle buca la retina, dall’altra parte Lalanne fa ½ dalla lunetta. Wright, in gran spolvero, risponde ad ogni canestro avversario. 11-15,…